Scrittura SEO, oppure SEO Copywriting. La sostanza non cambia. Semplificando la questione, si tratta di scrivere i testi di siti Web e blog aziendali in modo da massimizzare le possibilità di posizionarsi sui motori di ricerca e farsi trovare da persone interessate e potenziali clienti.

Non diremo mai abbastanza quanto sia importante questa attività. Soprattutto adesso, quando può rappresentare una più che valida alternativa ad altre forme di comunicazione e pubblicità.

Oggi non entrerò nei tecnicismi. Non è il momento. Mi limito a snocciolare un paio di numeri piuttosto significativi.

Lo scorso anno sono stato contattato da una piccola startup che mi ha chiesto di coordinare le attività di SEO Copywriting di portale, Ecommerce e blog aziendale. Parliamo di una realtà che per diversi motivi non può promuoversi utilizzando Facebook Ads o Google Ads.  

Quindi visibilità a pagamento zero, fatturato poco sopra lo zero.

Che fare? Mi chiedono in che modo il SEO Copywriting può essere d’aiuto. Sigliamo il contratto e iniziamo a lavorare: analisi preliminare del sito Web, analisi dei contenuti esistenti, pulizia del codice Html e di altri elementi che impedivano la corretta “lettura” del sito da parte di Google. Queste sono solo alcune delle azioni che metto in cantiere o coordino.

Parallelamente una circostanziata serie di interviste ai fondatori mi aiuta a capire qual è il loro consumatore ideale e che interessi ha. Ottenute queste informazioni, amplio lo studio sul target grazie a una serie di procedure e poi confeziono un bel documento di analisi e un piano editoriale semestrale.

In tutto, un centinaio di argomenti che rispondono perfettamente alle esigenze informative, di consumo e di esperienza richieste dal cliente tipo.

Assieme al mio team, iniziamo a pubblicare i contenuti. Dopo qualche settimana iniziano a posizionarsi su Google. Dopo un mese e mezzo, forse due, arrivano i primi ordini consistenti. Dopo 4 mesi il portale totalizza 7.000 (settemila) visitatori unici al mese provenienti da Google. Dopo un anno di consulenza il fatturato è pari a qualche decina di migliaia di Euro. Nel frattempo, l’autorevolezza acquisita ha permesso alla startup in questione di essere riconosciuta dal mercato come un player accreditato. Molti clienti della prima ora tornano sul sito, comprano di nuovo, lasciano recensioni positive. Questa è visibilità duratura, che non dipende dagli algoritmi della pubblicità online ma dalla qualità dei contenuti prodotti.

So per certo che nei mesi successivi i competitor ci hanno studiato per capire come facciamo.

Questo è il resoconto di una delle molte consulenze che ho svolto su questo fronte. Ognuna è una storia a sé, ognuna ha raggiunto particolari risultati. Tutte però ci insegnano che il corretto presidio dei motori di ricerca è un’arma strategica che fa bene alle aziende.  

LASCIA UN COMMENTO